Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali-Direzione generale archivi

Servizio Archivistico Nazionale

Archivi d'impresa

Presentazione del volume: Umbria in movimento

Copertina del volume: Umbria in movimento. L'archivio storico di FCU.

 
 

Il 23 giugno 2011 è stato presentato a Perugia il volume: Umbria in movimento, a cura di Renato Covino. I. L'archivio storico di APM. Inventario a cura di Paola Sticchi, II. L'archivio storico di FCU. Inventario a cura di Lorenzo Abbondanza, Andrea Maori, Giovanna Robustelli, Perugia, Umbria Mobilità, 2011. L’opera è in due volumi raccolti in unico cofanetto, con le presentazioni di Mario Squadroni, soprintendente archivistico per l’Umbria e di Giovanni Moriconi, presidente di Umbria Mobilità. In ognuna delle pubblicazioni è allegato, su supporto informatico, il relativo inventario d’archivio.

Nei libri viene descritta la storia di due società, Azienda perugina della mobilità e Ferrovia centrale umbra che, oggi, giuridicamente non esistono più avendo dato luogo, insieme ad ATC di Terni e alla SSIT di Spoleto, ad un’unica azienda di trasporto regionale: Umbria TPL e mobilità.

Ognuno dei volumi si avvale di un saggio di Renato Covino, nel quale, oltre a fornire notizie anche inedite sulle vicende storico-istituzionali delle due società, l’autore fa luce sulle numerose questioni che hanno portato allo sviluppo della rete ferroviaria umbra e, in particolare, sui percorsi politico-istituzionali relativi alla gestione della ferrovia regionale.

 

Copertina del volume: Umbria in movimento. L'archivio storico di APM.

 
 

L’inventario dell’archivio storico di APM è il risultato di un lavoro lungo e complesso che ha avuto inizio nel 2003, quando APM e la Soprintendenza archivistica per l’Umbria posero le basi per un primo intervento di ricognizione del patrimonio archivistico posseduto dall’azienda: un patrimonio di indubbio valore per la quantità e la ricchezza delle carte individuate e dei rispettivi enti produttori. Nella Azienda perugina della mobilità sono confluite, infatti, nel 1996, l’Auto servizi Perugia (ASP) e l’Azienda trasporti autofilotranviari municipalizzata (ATAM). Con ASP, nata nel 1907 con il nome di Auto garage Perugia, sono pervenute anche le carte dell’Impresa Vincenti Falcinelli & C., l’Auto servizi eugubini, la Società anonima pievese e la Società anonima gestione autoservizi Bolletti, tutte assorbite per incorporazione. ATAM, nata nel 1965, ha portato con sé le carte della Società anonima esercizi riuniti. Oltre agli archivi delle aziende citate si segnala, inoltre, la presenza di altri piccoli nuclei documentari prodotti da istituzioni interne alle singole aziende. La documentazione inventariata si compone di più di cinquemila unità, con carte dal 1907 al 1996.

L’inventario dell’archivio storico di FCU rappresenta la conclusione di un progetto di censimento iniziato nel 2006, al momento del trasferimento degli uffici centrali e della direzione nella nuova sede. La cognizione della rilevanza del patrimonio archivistico indussero, allora, la direzione di FCU e la Soprintendenza archivistica per l’Umbria a predisporre un intervento di recupero, di riordinamento e di valorizzazione dell’archivio che ha portato, oggi, alla pubblicazione dell’inventario. Anche nel caso di FCU, nel corso del riordinamento sono stati individuati tre diversi enti produttori: la Società italiana per le strade ferrate (dal 1908 al 1982), la Società per le ferrovie dell’Appennino centrale FAC (dal 1915 al 1922), e la Società per le strade ferrate umbro aretine MUA (dal 1955 al 1982). L’inventario è costituito da 4620 unità che coprono un arco cronologico che va dal 1908 fino al 1982.
Entrambi gli archivi delle due società sono stati dichiarati di interesse storico particolarmente importante dalla Soprintendenza archivistica per l’Umbria: quello di APM nel 2005 e quello di FCU nel 2008.