Ministero per i beni e le attivita' culturali e per il turismo-Direzione generale archivi

Servizio Archivistico Nazionale

Archivi d'impresa

Biografie di alcuni dei maggiori protagonisti della storia imprenditoriale italiana, frutto della collaborazione tra l'Università Bocconi di Milano e l'Istituto dell'Enciclopedia Italiana.

  • BRUSTIO, Umberto

    BRUSTIO, Umberto

    Umberto Brustio, dopo aver guidato l'impresa di Enrico dell'Acqua a Buenos Aires, nel 1919 torna a Milano per riorganizzare La Rinascente, impegnata nella diffusione della grande distribuzione in Italia. Nel 1928 costituisce l'Upim, che importa il modello europeo dei magazzini a "prezzo unico"; per decenni al vertice delle due società, fronteggia la crisi economica degli anni Trenta e gestisce il rilancio nel dopoguerra.
  • BUITONI, Giovanni

    BUITONI, Giovanni

    Giovanni Buitoni, esponente di una dinastia imprenditoriale che risale alla prima metà del XIX secolo, porta, negli anni del Secondo dopoguerra, la Buitoni al successo sui mercati nazionali e solleva la Perugina al rango di multinazionale, scommettendo sulla crescita dei consumi alimentari voluttuari.
  • BUONANNO, Francesco

    BUONANNO, Francesco

    Francesco Buonanno, alla morte del padre, prende le redini della piccola impresa conciaria a Solofra, nell'Avellinese, trasformandola in un impianto industriale. Durante la Prima guerra mondiale, avvia la meccanizzazione della fabbrica, la prima nel Mezzogiorno ad abbandonare la produzione artigianale.
  • CALIA, Vincenzo Liborio

    CALIA, Vincenzo Liborio

    Vincenzo Liborio Calia, materano, maestro falegname, si specializza tra gli anni Quaranta e Sessanta nella produzione di mobilio, infissi, allestimenti fieristici. Dal 1967 col socio Giuseppe Nicoletti, e dal 1978 da solo, apre nuovi laboratori e stabilimenti, e, con la produzione di salotti di pregio, ha successo sul mercato nazionale ed europeo.
  • CALVI, Roberto

    CALVI, Roberto

    Impiegato dal 1948 al Banco Ambrosiano, vi inizia una rapida carriera, prendendone il comando e legandosi a stretto filo allo IOR, la banca vaticana. Trasforma il Banco Ambrosiano in un importante gruppo finanziario ed assicurativo, che però, successivamente, a causa di discutibili operazioni finanziarie fallimentari, porta alla bancarotta. Calvi venne ritrovato impiccato a Londra sotto il ponte dei Black Friars nel giugno 1982, con ogni probabilità assassinato.
Risultati: 31-35 di 171